• Analisi di Rischio: Metodi MADEP

    ULTRA Indispensabili

Analisi di Rischio: Metodi MADEP

Determinazione degli Idrocarburi e Analisi di Rischio secondo i metodi MADEP – NUOVE MISCELE

Il Testo Unico dell’Ambiente (D.lgs. n. 152/2006) ha introdotto il concetto di “Analisi di Rischio Sito Specifica” come metodologia per valutare lo stato di contaminazione di matrici ambientali in termini di quantificazione dei rischi per la salute umana e per l’ambiente sulla base delle Concentrazioni Soglia di Rischio (CSR). Il primo step per l’applicazione dell’Analisi di Rischio prevede la definizione delle specie chimiche presenti e delle relative proprietà chimico-fisiche così da valutare la loro mobilità nell’ambiente e gli effetti sulla salute.

Nel caso degli idrocarburi la complessità chimica non permette di individuare i singoli componenti presenti in un campione. Per questo motivo il criterio generale si basa sulla speciazione degli idrocarburi in varie frazioni che comprendono sostanze con caratteristiche chimico-fisiche e comportamento ambientale simili.

Il Massachussett Department of Environmental Protection (MADEP), ha sviluppato un metodo per gli idrocarburi volatili (Volatile Petroleum Hydrocarbons – VPH), che comprende la frazione compresa tra C5 e C12 e uno per gli idrocarburi semi-volatili estraibili (Extractable Petroleum Hydrocarbons – EPH), che comprende quella tra C9 e C36.

I due metodi sono applicabili su acque, suoli e sedimenti. Il VPH prevede una estrazione tramite purge and trap e successiva analisi GC-FID/PID, mentre l’EPH una estrazione in solvente e determinazione in GC-FID.

A gennaio 2017 è stato rilasciato un nuovo aggiornamento del metodo VPH.

Nel file allegato trovate le caratteristiche dei principali prodotti specifici per le analisi secondo quanto richiesto dai metodi MADEP in conformità con il recente aggiornamento del VPH. Ulteriori formulazioni sono disponibili nella sezione di catalogo dedicata.

Il pacchetto di standard è completato dalle Cartucce SPE di Affinisep per il cleanup e dalla Colonna GC di SGE per effettuare l’analisi.

Scarica l’elenco delle principali miscele:

Tutti gli standard certificati sono prodotti secondo il sistema di qualità di ULTRA Scientific, certificato ISO 9001 e accreditato ISO 17025 e ISO Guide 34 e sono riferibili NIST.

Contatta il nostro Servizio Clienti per ogni ulteriore informazione

Scrivici utilizzando il form contatti qui sotto

0 + 5 = ?