• Analisi Multiresiduale di Pesticidi

    ULTRA Indispensabili

Analisi Multiresiduale di Pesticidi in Matrici Alimentari

Analisi Multiresiduale di Pesticidi in Matrici Alimentari

L’attenzione nei confronti della qualità del cibo che arriva sulle nostre tavole è ogni giorno sempre maggiore e il controllo dei residui di pesticidi negli alimenti ne è una parte determinante.
I residui di pesticidi sono quantità misurabili di principi attivi (ovvero sostanze chimiche usate per proteggere le piante da malattie e organismi nocivi) e di loro metaboliti o prodotti di degradazione che possono trovarsi sui raccolti o negli alimenti di origine animale.

La Comunità Europea regola l’immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari attraverso il Regolamento CE n. 1107/2009. Il Regolamento CE n. 396/2005 definisce i livelli massimi di residui (LMR) come le soglie superiori di residui di pesticidi ammessi per legge all’interno o sulla superficie di alimenti o mangimi.
L’EFSA (European Food Safety Authority) fornisce supporto scientifico per la valutazione dei rischi legata all’alimentazione. L’agenzia ritiene sempre più stringente la necessità di valutare gli effetti aggregati, cumulativi e sinergici dei pesticidi, con particolare riferimento ad alcune classi di composti (organofosfati, carbammati, triazoli e piretroidi).

Attraverso l’analisi multiresiduale è possibile effettuare uno screening di un numero elevato di pesticidi.

Il documento SANTE/11813/2017 “Guidance document on analytical quality control and method validation procedures for pesticides residues analysis in food and feed” è un utile riferimento per il laboratori accreditati secondo la norma ISO 17025.

Il metodo QuEChERS (Quick Easy Cheap Effective Rugged e Safe), citato ad esempio nella , seguito dall’estrazione dispersiva in fase solida (d-SPE), è il riferimento ideale per l’analisi multiresiduale di pesticidi in un’ampia varietà di matrici alimentari, in quanto semplice e agevole perché permette una preparazione del campione rapida ed economica. I riferimenti principali sono i metodi UNI EN 15662:2018 e AOAC 2007.01.

Attraverso l’analisi GC-MS/MS è possibile determinare i residui di pesticidi con basso punto di ebollizione, mentre con l’analisi LC-MS/MS si quantificano quelli con medio e alto punto di ebollizione.

Ultra Scientific Italia ha preparato un kit di miscele di pesticidi per GC-MS/MS ed LC-MS/MS che coprono più di 300 principi attivi.

Conoscendo i costi legati all’analisi di un numero elevato di composti, sempre in costante aumento, abbiamo studiato il pacchetto di mix dal prezzo contenuto per renderlo utilizzabile in varie fasi dell’analisi.

Il kit può essere infatti utilizzato da chi sta cominciando questo tipo di analisi e sta ancora mettendo a punto i metodi o da chi vuole ampliare il numero di analiti. Oppure le miscele si possono utilizzare come ‘seconda sorgente’ dai laboratori che hanno già in casa gli standard di taratura e vogliono avere un controllo in più da inserire nella propria routine.

Scarica l’elenco delle miscele:

Gli standard certificati forniti da Ultra Scientific Italia sono prodotti secondo sistema di qualità certificato ISO 9001 e accreditato ISO 17025 e ISO 17034 e sono riferibili NIST.

Contatta il nostro Servizio Clienti per ogni ulteriore informazione

Scrivici utilizzando il form contatti qui sotto

7 + 1 = ?